LEGGE 142/90

Gazz. Uff. Suppl. Ordin. n° 135 del 12/06/1990




Capo I - Princìpi generali .
Art. 1. Oggetto della legge.
Art. 2. Autonomia dei comuni e delle province.
Art. 3. Rapporti tra regioni ed enti locali.

Capo II - Autonomia statutaria e potestà regolamentare
.
Art. 4. Statuti comunali e provinciali.
Art. 5. Regolamenti.

Capo III - Istituti di partecipazione .

Art. 6. Partecipazione popolare.
Art. 7. Azione popolare, diritti d'accesso e di informazione dei cittadini.
Art. 8. Difensore civico.

Capo IV - Il comune .
Art. 9. Funzioni.
Art. 10. Compiti del comune per servizi di competenza statale.
Art. 11. Modifiche territoriali, fusione ed istituzione di comuni.
Art. 12. Municipi.
Art. 13. Circoscrizioni di decentramento comunale.

Capo V - La provincia .
Art. 14. Funzioni.
Art. 15. Compiti di programmazione.
Art. 16. Circondari e revisione delle circoscrizioni provinciali.

Capo VI - Aree metropolitane .
Art. 17. Aree metropolitane.
Art. 18. Città metropolitana.
Art. 19. Funzioni della città metropolitana e dei comuni.
Art. 20. Riordino delle circoscrizioni territoriali dei comuni dell'area metropolitana.
Art. 21. Delega al Governo.

Capo VII - Servizi .
Art. 22. Servizi pubblici locali.
Art. 23. Aziende speciali ed istituzioni.

Capo VIII - Forme associative e di cooperazione. Accordi di programma .
Art. 24. Convenzioni.
Art. 25. Consorzi.
Art. 26. Unioni di comuni.
Art. 27. Accordi di programma.

Capo IX - Comunità montane .
Art. 28. Natura e ruolo.
Art. 29. Funzioni.

Capo X - Organi del comune e della provincia .
Art. 30. Organi.
Art. 31. Consigli comunali e provinciali.
Art. 32. Competenze dei consigli.
Art. 33. Composizione delle giunte.
Art. 34. Elezione del sindaco e del presidente della provincia - Nomina della giunta.
Art. 35. Competenze delle giunte.
Art. 36. Competenze del sindaco e del presidente della provincia.
Art. 37. Mozione di sfiducia.
Art. 37 bis.
Art. 38. Attribuzioni del sindaco nei servizi di competenza statale.

Capo XI - Controllo sugli organi .
Art. 39. Scioglimento e sospensione dei consigli comunali e provinciali.
Art. 40. Rimozione e sospensione di amministratori di enti locali.

Capo XII - Controllo sugli atti .
Art. 41. Comitato regionale di controllo.
Art. 42. Composizione del comitato.
Art. 43. Incompatibilità ed ineleggibilità.
Art. 44. Norme regionali.
Art. 45. Deliberazioni soggette al controllo preventivo di legittimità.
Art. 46. Modalità del controllo preventivo di legittimità degli atti e del bilancio.
Art. 47. Pubblicazione ed esecutività delle deliberazioni.
Art. 48. Potere sostitutivo.
Art. 49. Controllo e vigilanza nei confronti di enti diversi dai comuni e dalle province.
Art. 50. Pareri obbligatori.

Capo XIII - Uffici e personale .
Art. 51. Organizzazione degli uffici e del personale.
Art. 52. Segretari comunali e provinciali.
Art. 53. Responsabilità del segretario degli enti locali e dei dirigenti dei servizi.

Capo XIV - Finanza e contabilità .
Art. 54. Finanza locale.
Art. 55. Bilancio e programmazione finanziaria.
Art. 56. Deliberazioni a contrattare e relative procedure.
Art. 57. Revisione economico-finanziaria.

Capo XV - Responsabilità .
Art. 58. Disposizioni in materia di responsabilità.

Capo XVI - Disposizioni finali e transitorie .

Art. 59. Termine per l'adozione dello statuto.
Art. 60. Revisione dei consorzi, delle associazioni e delle circoscrizioni.
Art. 61. Norme regionali in materia di organismi comprensoriali e associativi, di
comunità montane e di organi di controllo.
Art. 62. Delega al Governo per la regione Valle d'Aosta.
Art. 63. Delega al Governo per la prima revisione delle circoscrizioni provinciali.
Art. 64. Abrogazione di norme.
Art. 65. Entrata in vigore della legge.



NOTE

Art. 13, comma 1: il comma è stato così modificato dall'art. 10, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 13, comma 4: il comma è stato così sostituito dall'art. 10, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 17, comma 2: il comma è stato così modificato dall'art. 1, L. 2 novembre 1993, n. 436. Quest'ultimo articolo ha, peraltro, differito il termine di due anni previsto dal presente comma di un ulteriore anno a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge medesima.
Art. 21, comma 1: il termine di 24 mesi è stato differito di ulteriori 18 mesi dall'art. 1, L. 2 novembre 1993, n.
436 (G. U. 8 novembre 1993, n. 262), a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge stessa.
Art. 21, comma 3: il comma è stato abrogato dall'art. 1, L. 2 novembre 1993, n. 436 (G. U.. 8 novembre 1993, n. 262).
Art. 31, comma 2 -bis: il comma è stato aggiunto dall'art. 7, L. 15 ottobre 1993, n. 415 (G. U. 18 ottobre 1993, n. 245), entrata in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione.
Art. 31, comma 7: il comma è stato così sostituito dall'art. 14, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 31, comma 7 -bis: il comma è stato aggiunto dall'art. 14, L. 25 marzo 1993, n. 81.
Art. 32, comma 2, lett. b): la lettera è stata così modificata dall'art. 15, L. 11 febbraio 1994, n. 109.
Art. 32, comma 2, lett. c): la lettera è stata così modificata dall'art. 74, D.Lgs. 3 febbraio 1993, n. 29, il quale ha abrogato l'espressione iniziale della lettera stessa.
Art. 32, comma 2, lett. n): la lettera è stata sostituita dall'art. 15, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 33: l'articolo è stato così sostituito dall'art. 23, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 34: l'articolo è stato così sostituito dall'art. 16, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 35: l'articolo è stato così sostituito dall'art. 17, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 36, comma 1: il comma è stato così premesso dall'art. 12, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 36, comma 1: il comma è stato così sostituito dall'art. 12, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 36, comma 5: il comma è stato così sostituito dall'art. 13, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 36, comma 5 -bis: il comma è stato aggiunto dall'art. 13, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 36, comma 5 -ter: il comma è stato aggiunto dall'art. 13, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 37: l'articolo è stato così sostituito dall'art. 18, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 37 -bis: l'articolo è stato aggiunto dall'art. 20, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 39, comma 1, lett. b), num. 1: il numero è stato così sostituito dall'art. 21, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 39, comma 3: il comma è stato così sostituito dall'art. 21, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 39, comma 4: il comma è stato così sostituito dall'art. 3, D.L. 25 febbraio 1993, n. 42.
Art. 39, comma ultimo: il comma è stato abrogato dall'art. 3, D.L. 25 febbraio 1993, n. 42 .
Art. 40, comma 1: il comma è stato così modificato dall'art. 4, L. 18 gennaio 1992, n. 16 (G. U. 22 gennaio 1992, n. 17), entrata in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione.
Art. 45, comma 2: il comma è stato così modificato dall'art. 24, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 45, comma 5: il comma è stato così modificato dall'art. 24, L. 25 marzo 1993, n. 81 .
Art. 51, comma 8: il comma è stato abrogato dall'art. 74, D.Lgs. 3 febbraio 1993, n. 29 .
Art. 51, commi 9 e 10: i commi sono stati abrogati dall'art. 74, D.Lgs. 3 febbraio 1993, n. 29, nel testo sostituito dall'art. 38, D.Lgs. 23 dicembre 1993, n. 546.
Art. 55, comma 2: il comma è stato così modificato dall'art. 12-bis, D.L. 18 gennaio 1993, n. 8 .
Art. 57, comma 8: il comma è stato così modificato dall'art. 12-bis, D.L. 18 gennaio 1993, n. 8 .
Art. 57: cfr. pure l'art. 6-quinquies, D.L. 12 gennaio 1991, n. 6 .
Art. 63, commi 1 e 2: il termine di due anni richiamato nei due commi è stato differito fino al 31 dicembre 1994 dall'art. 1, L. 2 novembre 1993, n. 436 .


N.B. : Il testo riportato va integrato a cura del lettore con le modifiche apportate dal D.L. 24 settembre 1996, n. 495.
Vanno inoltre apportate le modifiche introdotte dalla Legge 15/05/97 n. 127 (Bassanini).

ASTREA non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori nel testo. Unica fonte certa ed utilizzabile è la Gazzetta Ufficiale.

  torna alla home page di ASTREA